Il tuo Browser non supporta JavaScript Restauro del Legno e Trattamento Antitarlo a Milano

TRATTAMENTO ANTITARLO A MICROONDE


L’Anobium punctatum, l’Hylotrupes bajulus o il Lyctus brunneus più comunemente conosciuti come TARLI o insetti xilofagi, sono solo alcuni degli insetti che si nutrono di legno, erodendo i mobili e rovinandoli. Insieme ai tarli, in alcuni casi, anche i funghi xilofagi creano non pochi problemi al materiale ligneo

Per ovviare a questo problema, il nostro staff, esperto e specializzato nella cura dei mobili in legno, effettua trattamenti antitarlo sfruttando la metodologia delle microonde e ottenendo dei risultati davvero straordinari.


Come funziona il trattamento antitarlo a microonde?

Per una lunga vita dei vostri mobili, Polignum si avvale della tecnologia a microonde, che sfrutta le proprietà delle onde elettromagnetiche, per debellare i tarli del legno senza danneggiare l'oggetto infestato.

L'innovativa tecnologia consiste nello scaldare il manufatto ligneo facendo penetrare le microonde il profondità. In questo modo vengono eliminati uova, larve, insetti, muffe e funghi, a qualsiasi stadio vitale si trovino, portandoli alle temperature letali stabilite dai protocolli valutati e consolidati dalla sperimentazione.
Questa tecnologia consente di superare i limiti dei metodi che si avvalgono di prodotti chimici molto pericolosi per l'uomo e per l'ambiente e che comportano tempi di trattamento lunghi e costi elevati senza garantire un risultato finale soddisfacente.


Ci sono altri nemici, non solo del legno ma anche dell’uomo, strettamente legati alla presenza di tarli: i PARASSITI dei tarli.
Questi possono essere sia insetti visibili che acari e quindi non visibili a occhio nudo. Si nutrono delle larve dei tarli e non vivono solo all’interno del mobile ma escono e pungono le persone creando eruzioni cutanee di grande entità che spesso non vengono riconosciute e curate in modo errato scambiandole per patologie diverse.

Una volta individuato il problema basta eliminare i tarli per eliminare di conseguenza anche i loro parassiti.

Quali sono i vantaggi nell’utilizzo del trattamento antitarlo a microonde?









L'uso delle microonde per mobili, sculture, cornici anche dorate, ecc...


Il trattamento curativo antitarlo a microonde può essere effettuato su qualsiasi tipo di mobile, scultura, cornice, oggetto policromo o con doratura. 
Infatti, nonostante la varietà di materiali e finiture che si possono incontrare sui mobili o su qualunque manufatto artistico, l’effetto di termalizzazione che crea l’energia elettromagnetica, non influisce in alcun modo su nessuno di questi, tantomeno sul legno di cui è composto.

 I tempi del sistema antitarlo a microonde possono essere variabili ma rientrano in range che va dai 30 ai 120 min. in funzione delle dimensioni dell’oggetto, della densità della specie legnosa di cui sono fatti e dal tipo di finitura presente in superficie. 

Il raggiungimento della temperatura letale agli agenti patogeni è monitorato in continuo, durante tutto il trattamento antitarlo, con un termometro a fibra ottica.
 Sul bene trattato non rimangono residui di nessun genere e può essere ricollocato immediatamente nel luogo di provenienza.


L'uso del sistema antitarlo a microonde è efficace anche su altri materiali?


Certo! La tecnologia a microonde può essere utilizzata anche per il trattamento curativo di beni cartacei e tessili come libri, stampe, tappeti, arazzi e sui tessuti di vario genere che si possono incontrare su mobili imbottiti.




Come funziona il trattamento antitarlo a microonde per oggetti inamovibili come travi, boiserie, parquet...?


Per il trattamento antitarlo di un mobile la tecnologia a microonde è quella ideale ma per le strutture inamovibili bisogna affrontare il problema con protocolli diversi e integrati. Cerchiamo di capire perché.
Normalmente le strutture inamovibili hanno spessori diversi dai mobili (travi) e dimensioni importanti (boiserie, cori lignei) e alcune parti, tipo quelle murate, non sono accessibili. Riuscire a portare tutta la struttura lignea ad una temperatura che diventi letale per i patogeni (tarli o muffe) può essere molto complicato.

Un trattamento chimico a pennello può ottimisticamente arrivare ad impregnare il legno fino a 3 mm (6 nel legno di testa) e ad iniezione non c’è la garanzia di riuscire ad arrivare fino a recessi più reconditi dove arrivano gli insetti scavando le gallerie.

Per ottenere dei risultati ottimali nella lotta dei tarli su strutture inamovibili bisogna lavorare su più fronti e quindi agire integrando il trattamento ad aria calda per le parti più visibili con quello a microonde per le parti murate senza dimenticare che sarà poi anche necessario provvedere ad effettuare un trattamento preservante per evitare ulteriori infestazioni.


Non si deve dimenticare che la disinfestazione del legno è un servizio difficile e deve essere effettuato da personale competente e formato non solo nell’utilizzo delle apparecchiature e dei prodotti ma anche nella conoscenza della tecnologia del legno e della sua reazione al riscaldamento nonché dei diversi tipi di patogeni, del loro ciclo vitale e della loro diffusione.
Per poter stilare un preventivo non basteranno le misure come per i mobili o solo sapere se si tratta di travi o parquet ma avremo bisogno di informazioni puntuali e anche di effettuare un sopralluogo. Siamo comunque a tua disposizione per risolvere al meglio il tuo problema con i tarli.